Immunoistochimica

L’immunoistochimica è una tecnica che riveste un’importanza fondamentale nelle attività di ricerca e di diagnostica istopatologica. Il principio di questa tecnica si basa sul legame tra un anticorpo (da qui il prefisso «immuno-») diretto contro l’antigene ovvero la specifica molecola da ricercare. Particolari sistemi di rivelazione permettono la successiva visualizzazione al microscopio ottico dell’avvenuto legame. 

L’esame immunoistochimico viene effettuato su sezioni istologiche di campioni biologici fissati in formalina al 10% ed inclusi in paraffina o su campioni biologici congelati in azoto liquido. Una variante di questa metodica è la colorazione su vetrini allestiti per l’esame citologico e prende il nome di «Immunocitochimica».

L’immunoistochimica ha svariate applicazioni nella diagnostica isto- e citopatologica, sia per la ricerca di specifici agenti infettivi sia per la fenotipizzazione di alcune neoplasie. Sono inoltre disponibili anticorpi diretti verso molecole e/o proteine la cui espressione e quantificazione può risultare particolarmente utile, per il clinico, ai fini diagnostici, prognostici e terapeutici.

 

PANNELLI COMPLETI

Buone festività

Tanti auguri

Nasce la Società Italiana delle Scienze Forensi Veterinarie

La sottoscrizione dell'atto costitutivo il 25 settembre 2020, presso il Comune di Amalfi

Chiusura estiva

Il laboratorio resterà chiuso dal 10 al 23 agosto